Learning – Antonia Colasante

05 Nov 2015
10:35

Learning – Antonia Colasante

Storytelling and LEGO Bricks

“We don’t stop playing because we grow old; we grow old because we stop playing.”(George Bernard Shaw)
LEGO bricks belong to our childhood of play and fun. As children grow up, we are dragged into the whole misconception that serious adults don’t play, they work!
The power of the bricks is exactly to bring back to simplicity the child in the grown up and give adults a new (play)ground for their metaphors and their stories.
LEGO® SERIOUS PLAY® is a handson, experiential process designed to enhance innovation and business performance. This methodology enacts a collaborative and creative
process, encouraging creative thinking and sharing of stories.
“The hands function like a Google Search engine, the subconscious rules us.” (R.Rasmussen)
As the fast pace of technology calls for innovative, outofthebox thinking, LSP method is employed by startups and multinational corporations alike to maximize synergy among
teams and throughout organizations.
With LSP you can ask your hands to find a solution, a new story that the mind doesn’t know yet. Play helps uncover story you didn’t know you knew and you can learn how to tell it.
We think we need something complex to build creativity skills and to create awareness, but it’s not… we need to back to simplicity, back to your own story.


Lo storytelling incontra i mattoncini Lego

“L’uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.” (George Bernard Shaw)
I mattoncini Lego appartengono alla nostra infanzia, al gioco ed al divertimento. Crescendo, veniamo trasportati nella falsa convinzione che gli adulti seri non giocano, lavorano!
Il potere dei mattoncini sta proprio nel riportare alla semplicità l’aspetto infantile degli adulti che ritrovano un nuovo terreno di gioco e rappresentazione per le loro metafore e le loro storie.
LEGO® SERIOUS PLAY® è un processo esperienziale pratico pensato per potenziare l’innovazione e le prestazioni professionali. Questa metodologia mette in atto un processo
creativo e collaborativo, sviluppando il pensiero creativo e la condivisione di storie.
“Le mani funzionano come un motore di ricerca di Google, l’inconscio ci governa.” (R. Rasmussen).
Poiché il ritmo veloce della tecnologia richiede un pensiero innovativo e fuori dagli schemi, il metodo LSP è impiegato con successo dalle startup così come dalle imprese multinazionali per massimizzare la sinergia tra gruppi di lavoro ed a ogni livello dell’organizzazione.
Con il metodo LSP puoi chiedere alle tue mani di trovare una soluzione, una nuova storia che la tua mente ancora non conosce.
Il gioco aiuta a svelare storie che non sapevi di conoscere e che puoi imparare a raccontare.
Pensiamo serva qualcosa di complesso per costruire abilità creative e creare consapevolezza, ma non è così… Dobbiamo tornare alla semplicità, tornare alle nostre storie.