Blog

18
Set

TEDxAssisi Macro Areas: Shades of Simplicity

What do we mean when we say simplicity?  How do we define it?
Ironically, it is not at all easy to describe because as important as simplicity is in our lives, it exists in varying shades and can mean different things to different people.

When we began organizing TEDxAssisi, we first focused on these shades and then we thought about each speaker, trying to guess how he or she could approach the theme of simplicity. Finally, we viewed the speakers as a whole, in order to create a thematic program.

We divided the talks into Macro Areas to outline the program for the audience, but there are not big philosophical differences between the speakers: each one wants to tell of a personal experience related to simplicity (not to speak about a product or an enterprise which is forbidden by TED), that will include all the limits that subjective thinking can have – but also all its potential.  This is what makes TEDx so interesting.

Here are the four Macro Areas of the TEDxAssisi talks:

LEARNING
Whether we follow an intuitive or a deductive model, we are accustomed to thinking about the acquisition of knowledge as a vertical process.  What would happen if effective cognitive tools were all around us?  If we had foldable sheets of paperboard with incredible worlds inside, little toy bricks to put together new ideas, 3D objects for learning instead of flat chalkboards What would we discover if we set out on unfamiliar paths to unlock our abilities?

SHARING
You have just had a great idea. That’s good, but wouldn’t it be amazing if other people could feel the enthusiasm through your words and start caring about something they weren’t aware of before?  If you release a free tool, for example, you have an undisputed advantage: the more people use it, the more you can make it user-friendly, bearing in mind their spontaneous feedback.  And when you discover a wonderful place, why not tell everybody, in order to spread beauty? So, do you still want to keep everything to yourself?

GLOCAL
If the world is your home, then your office can be anywhere – even on an island.
If an idea works, it can travel the world without you, for example in the rucksack of some unknown traveler.
If the aim of technology is to improve life, then it can help us to capitalize on the tiniest and most precious resources offered by the place we have chosen to live.

RESILIENCE
Illness and disability remind us that life makes the rules and we are not always able to accept that. But there are some special people who don’t stop in front of a stumbling block and turn diversity into an opportunity such as a non profit organization or even an enterprise.

You are intrigued and can’t wait to learn more? Keep calm and stay tuned, the program and the names of the TEDxAssisi speakers are about to be published.
Meanwhile, sign up for our newsletter – so you won’t miss any update.


Le macroaree di TEDxAssisi: sfumature della semplicità

Si fa presto a dire semplicità.
La semplicità è parte integrante della vita e, proprio per la varietà delle nostre esistenze, può assumere molteplici sfumature e significati. Paradossalmente, è tutt’altro che semplice da descrivere nella sua interezza.

Quando abbiamo iniziato a organizzare TEDxAssisi ci siamo prima concentrati su quelle sfumature e poi abbiamo pensato agli speaker che avremmo voluto portare sul palco, a cosa avessero da dire sul tema della semplicità. Solo alla fine li abbiamo osservati tutti insieme per buttare giù il programma.

Abbiamo deciso di suddividere i talk in macroaree a uso e consumo del pubblico, ma tra i vari interventi non ci sono grandi differenze di fondo: tutti gli speaker infatti sono accomunati dalla volontà di raccontare un’esperienza vissuta in prima persona (che è ben diverso dal parlare direttamente di un prodotto o un’azienda, cosa severamente vietata da TED), con tutti i limiti che un pensiero soggettivo può avere – ma anche con tutte le sue potenzialità, ed è questo che rende TEDx così interessante.

Ecco quindi le quattro macroaree tematiche dei talk di TEDxAssisi:

LEARNING (apprendimento)
Che seguiamo un metodo intuitivo o deduttivo, siamo abituati a pensare all’acquisizione di conoscenza come un processo verticale.  E se intorno a noi ci fossero strumenti altrettanto efficaci per raggiungerla? Fogli di cartone da piegare per vedere al loro interno mondi incredibili, mattoncini da incastrare per costruire insieme nuove idee, oggetti tridimensionali al posto di una piatta lavagna da guardare per apprendere nuovi concetti… Cosa scopriremmo percorrendo sentieri inesplorati per sbloccare le nostre abilità?

SHARING (condivisione)
Hai appena avuto una grande idea. Non sarebbe fantastico se le altre persone percepissero l’entusiasmo nelle tue parole e iniziassero a interessarsi a qualcosa che non conoscevano fino a quel momento? Se metti a disposizione uno strumento gratuito hai un vantaggio indiscusso: più le persone lo usano, più puoi renderlo user friendly tenendo conto dei loro feedback spontanei.
E quando scopri un posto meraviglioso, perché non farlo sapere a tutti e diffonderne la bellezza?
Allora, vuoi ancora tenere tutto per te?

GLOCAL
Se il mondo è la tua casa, il tuo ufficio può essere ovunque, anche su un’isola.
Se un’idea funziona, può andare a spasso per il mondo anche senza di te, nello zaino di altri sconosciuti viaggiatori.
Se la tecnologia serve a migliorare la vita delle persone, può aiutarci a sfruttare al meglio le più piccole e preziose risorse offerte dal posto in cui viviamo.

RESILIENCE (resilienza)
La malattia e la diversabilità ci ricordano che è la vita a dettare le regole e non sempre siamo in grado di accettarlo. Ci sono poi persone speciali che non si fermano davanti agli ostacoli, fanno tesoro della diversità e la trasformano in un’opportunità per tutti, come un’organizzazione no profit o addirittura un’impresa.


Non vedi l’ora di saperne di più? Non avere fretta e resta sintonizzato, il programma e i nomi degli speaker di TEDxAssisi usciranno tra poco.
Nel frattempo, se non vuoi perdere nessun aggiornamento, iscriviti alla nostra newsletter.

Leave a Reply